PER COMINCIARE

   

Questa guida raccoglie le schede informative delle scuole superiori della Provincia di Venezia. Sono presentate le scuole statali e quelle paritarie, ovvero private aventi i requisiti prescritti dallo Stato che ne riconosce per questo  la parità con le proprie.  In tutto si tratta di cinquanta istituzioni. Ogni scheda  riporta molte informazioni utili e una descrizione delle attività che ciascuna scuola ha ritenuto più importante comunicare per farsi conoscere alle famiglie e a ragazzi e ragazze di terza media. Moltissime sono le proposte presentate; oltre agli  indirizzi curricolari che consentono di ottenere il  titolo di studio che si intende conseguire, si possono trovare molte attività extra che arricchiscono l'offerta formativa di base, per stare meglio al passo con il mondo in movimento: attività di laboratorio, viaggi di studio, possibilità di stage in aziende ed enti pubblici, condivisione di esperienze e progetti con scuole di altri paesi d'Italia e d'Europa, l'introduzione di nuovi  insegnamenti e il panorama delle nuove tecnologie legate al mondo dell'informatica o delle scienze. Per questo motivo ogni descrizione va considerata puramente orientativa: un incontro diretto con la scuola prescelta è indispensabile per avere il quadro esatto delle attività non curricolari presenti.  

LE SCUOLE DEL SECONDO CICLO 

Per orientarsi nei diversi tipi di scuole che si presentano con acronimi spesso incomprensibili per chi li affronta per la prima volta (LS, ITIS, IPSIA, ecc.), qui sotto sono descritti i diversi tipi di istituti secondari del secondo ciclo, secondo una classificazione ancora attuale. 

Liceo classico (LC)
Il liceo classico è un corso di studi della durata di 5 anni al termine del quale si ottiene il diploma di maturità classica. Offre una preparazione culturale basata soprattutto sulle discipline umanistiche, in particolare lettere e letteratura latina e greca. In questi ultimi anni sono fiorite anche alcune sperimentazioni che hanno inserito un approfondimento maggiore di alcune discipline come la matematica, l'informatica, le lingue, la storia dell'arte.

Liceo linguistico (LL)
Il liceo linguistico, della durata di 5 anni, integra la formazione propria dei licei con materie che approfondiscono la conoscenza delle lingue, della letteratura e della civiltà di altri paesi. Il titolo di studio permette l'accesso a tutte le facoltà universitarie.

Liceo scientifico (LS)
Il liceo scientifico è un corso di studi della durata di 5 anni al termine del quale si ottiene il diploma di maturità scientifica. Offre una preparazione culturale basata sulle discipline umanistiche e scientifiche con particolare accento a quelle scientifiche. In questi ultimi anni sono fiorite anche alcune sperimentazioni che hanno inserito un approfondimento maggiore di alcune discipline come la matematica, l'informatica, le lingue, le scienze naturali.

Licei socio-psico-pedagogici (ex IM)
Questi licei vanno a sostituire i percorsi scolastici proposti dagli istituti magistrali che dall'anno scolastico 1998-99 non sono più attivi. Il corso è caratterizzato dallo studio di elementi di pedagogia e psicologia con lo scopo di indirizzare lo studente verso professioni legate all'insegnamento.
Il liceo socio-psico-pedagogico ha la durata di 5 anni e il titolo di studio conseguito (maturità socio-psico-pedagogica) permette l'accesso a tutte le facoltà universitarie (vengono in genere privilegiate quelle del gruppo letterario e, soprattutto, pedagogia e scienze dell'educazione).
Recentemente è stato introdotto anche il liceo delle scienze sociali che ha la durata di 5 anni al termine del quale si ottiene il diploma di maturità socio-psico-pedagogica. E' un percorso di studi che conduce all'acquisizione di saperi e competenze che riguardano soprattutto le scienze umane e sociali. Punta alla formazione dell'operatore sociale attraverso la comprensione delle dinamiche del vivere sociale e dei codici linguistici e comunicativi. La sostanziale differenza con il liceo socio-psico-pedagogico sta nel fatto che la pedagogia, una delle materie fondamentali per l'insegnamento, viene qui sostituita con discipline legate all'ambito socio-relazionale. Il titolo di studio permette l'accesso a tutte le facoltà universitarie.

Liceo Artistico (LA)
Il Liceo Artistico fornisce, oltre ad una preparazione culturale generale tipica dei licei, anche una formazione in campo artistico specifica a seconda della sezione scelta (architettura, accademia, pittura e decorazione pittorica, scultura e decorazione plastica, architettura e arredo, beni culturali - rilievo - catalogazione).
Attualmente il liceo artistico è strutturato in due indirizzi: Tradizionale e Sperimentale. L'indirizzo Tradizionale ha la durata di 4 anni suddivisi in due bienni: il primo biennio comune e il secondo biennio distinto in due differenti sezioni, l'una di Architettura (per l'accesso alla facoltà di Architettura) e l'altra di Accademia (per l'accesso all'Accademia delle Belle Arti). Per l'accesso a tutte le altre facoltà universitarie è necessario frequentare anche il quinto anno integrativo. L'indirizzo Sperimentale ha invece la durata di 5 anni e permette l'accesso, una volta ottenuto il diploma, a tutte le facoltà universitarie.

Istituto Statale d'arte (ISA)
L'Istituto d'arte è una scuola secondaria superiore strutturata in un Triennio più un Biennio. Al termine del triennio si ottiene un diploma di maestro d'arte per la sezione frequentata (arte della ceramica, dei metalli e dell'oreficeria, del tessuto, del vetro, della stampa, disegnatori di architettura e arredamento, decorazione pittorica, decorazione plastica) che permette l'accesso all'Accademia di Belle Arti o a corsi superiori nel settore artistico. E' possibile poi proseguire: o con un Biennio per conseguire il diploma di maturità di arte applicata con il quale si può accedere a qualsiasi facoltà universitaria; o con un biennio di perfezionamento a carattere prettamente professionalizzante al termine del quale viene rilasciato un attestato di perfezionamento e che permette l'esercizio della professione nel settore prescelto.

Istituti tecnici (ITC, ITG, ITAS, ITIS, ITN, ITT)
Gli istituti tecnici sono scuole secondarie superiori della durata di 5 anni al termine dei quali si ottiene un diploma di maturità tecnica. E' un tipo di percorso che prepara all'esercizio di libere professioni e di professioni di livello intermedio tecnico e amministrativo nei settori dell'agricoltura, dell'industria e dei servizi. Usualmente il programma di studi prevede un Biennio comune e un Triennio di specializzazione che approfondisce le materie specifiche relative all'indirizzo prescelto. Gli indirizzi in cui si articolano gli istituti tecnici sono molteplici: geometri (ITG), ragionieri (ITG), periti industriali e periti informatici (ITIS), periti turistici (ITT), periti marittimi (ITN) ecc.

Istituti professionali (IPSAA, IPSIA, IPSIAM, IPSSCTAR)
Gli istituti professionali preparano tecnici qualificati per i settori dell'agricoltura, artigianato, industria e servizi. Rispetto agli istituti tecnici, gli istituti professionali hanno un insegnamento più "pratico" e sono mirati ad un inserimento "precoce" nel mercato del lavoro, pur lasciando aperta la possibilità di una continuazione degli studi superiori.
Gli indirizzi di studi proposti dall'istruzione professionale sono molteplici: si passa dai commerciali agli alberghieri (IPSSCTAR), dagli agrari (IPSAA) ai marittimi (IPSIAM) e agli industriali (IPSIA).
Il percorso di studi si articola: in un biennio comune; in un terzo anno specifico dell'indirizzo prescelto al termine del quale si ottiene il diploma statale di qualifica professionale, non valido però per l'assolvimento dell'obbligo formativo, che viene rilasciato soltanto da un Centro di formazione professionale; in un biennio post-qualifica al termine del quale si ottiene il diploma di maturità professionale che permette l'accesso a tutte le facoltà universitarie. Al termine dei primi tre anni di corso (conseguimento della qualifica professionale) si può optare tra varie alternative: inserimento nel mondo del lavoro; passaggio, con prove integrative, ai corsi simili di altro ordine; continuare gli studi nello stesso istituto frequentando il biennio post-qualifica. In base ad un accordo tra Regione Veneto e Ministero della Pubblica Istruzione possono essere avviati, per il biennio post-qualifica, progetti di attività integrate tra sistema della Formazione Professionale e Istituti Professionali per consentire l'acquisizione, sia del diploma di maturità che di una qualifica professionale di secondo livello.